Panorama della Valle Orfento

Vicino a Caramanico Terme si trova una bellissima valle da non perdere: la Valle dell’Orfento. Il fiume che le passa in mezzo, le conferisce il nome e nel corso di milioni di anni ha creato una fitta vegetazione che vanta un ricco patrimonio di biodiversità, tanto da essere consigliata dalla rivista “Nature” (tra le più importanti in ambito scientifico).
Oggi nella valle sono presenti diversi sentieri per poterla visitare in tranquillità e provare una piacevole passeggiata in una cornice paesaggistica unica. Non preoccuparti della difficoltà, la Valle dell’Orfento offre percorsi per tutti i livelli e per tutte le età, della durata da 2 a 8 ore.

 

SENTIERO DELLE SCALELLE
Il primo percorso che ti proponiamo è anche quello più facile. Ha una durata di circa due ore ed è attrezzato con ponticelli e staccionate per aiutarti nell’escursione. Segui il corso del fiume ed esplora la profonda gola scavata dal corso d’acqua nel corso di milioni di anni.
Si parte dal Centro Visitatori di Caramanico Terme e si segue il percorso segnalato B6. Primo obiettivo è il magico punto panoramico, proprio sopra la gola incisa dal fiume. Poi una serie di gradini ti porteranno ad un incrocio dove imboccherai la strada a sinistra in direzione Ponte Caramanico. Qui l’ambiente circostante è particolarmente suggestivo: rigogliosa vegetazione, pareti a strapiombo e la luce che gioca con le foglie delle piante.
Proseguendo per alcuni ponti in legno, passerai vicino ad una cascata fino ad arrivare alla fine del percorso al Ponte di Caramanico.

 

ANELLO DEL PONTE DEL VALLONE
Dalla frazione Santa Croce parte un tracciato di circa 3 ore di difficoltà media. Si arriva subito ad un punto panoramico dove vedere tutta la valle e ammirare un denso bosco di conifere. Carichi per la fantastica vista, continuiamo la salita arrivando ad un ponte da cui si possono vedere alcune pozze d’acqua con diverse specie di rane. Si prosegue poi attraverso una spaccatura artificiale nella roccia che porta ad un sentiero diretto a fondovalle fino al fiume. Dopo essersi rinfrescati si riparte in direzione Ponte di Caramanico, ultima tappa dell’itinerario.

 

ANELLO DEL PONTE DELLA PIETRA
L’ultimo percorso è quello più impegnativo e difficile, infatti dura ben 8 ore. La partenza è ancora da Santa Croce e si rifà lo stesso percorso descritto in precedenza fino alla discesa al fiume. Qui si prosegue per Ponte San Benedetto fino ad arrivare al Ponte della Pietra, immersi in un bosco di faggi. Si continua la salita attraversando un paesaggio affascinante  e circondati da animali tipici di queste zone come farfalle e sparvieri, fino ad arrivare alla Riserva Naturale a 1213 metri.
Da qui inizia la discesa passando per il Colle della Coccia, da cui si gode un panorama sull’intera valle. Dopo un lungo tratto si imbocca la strada per tornare a Santa Croce.

I vari percorsi possono essere fatti in autonomia o con l’aiuto di una guida, ma provare l’esperienza della Valle dell’Orfento è un obbligo se si passa da queste parti.