Sotto giganteschi platani e altissimi pini, le Antiche Terme Jacobelli ogni estate sono il palcoscenico di concerti, proiezioni e premiazioni cinematografiche, feste enogastronomiche, spettacoli d’intrattenimento e convegni.
Da sfondo a tali eventi sono sempre ben illuminati il vecchio muraglione in tufo grigio e terracotta, con le sue finestrelle ad arco a tutto tondo, e le vasche delle piscine in pietra calcarea delle strutture risalenti al 1867, anno di apertura dello stabilimento. Così come dell’epoca ci sono i vecchi camerini, visitabili in zona più nascosta, che disponevano al loro interno di vasche personali di acqua sulfurea.

Moderne invece le giostre, dove quotidianamente giocano i bambini, e l’ampio spiazzale in marmo, in cui si intrattengono i ragazzi. Con l’intervento di recupero del 2008 è stata riammodernata anche l’originaria buvette. 
Poco rimane della sfarzosità degli inizi, ma le strutture diroccate e gli imponenti alberi secolari del viale conservano ancora oggi dopo 150 anni un’eleganza che fa delle Terme del Cavaliere Achille Jacobelli un luogo incantato e rilassante in cui ritrovare se stessi.

Dichiarato sito di importante interesse storico-artistico nel 1989, il parco è stato riaperto per la prima volta nel 1991, quando, dopo aver concluso la bonifica e realizzato dei primi arredi in legno, i volontari di Legambiente Valle Telesina iniziarono ad accogliere nelle domeniche estive gli abitanti della valle, offrendo loro dei rinfreschi. Questi furono trasformati già nell’anno successivo in una manifestazione, Festambiente, che comprendeva sagre, stand espositivi, dibattiti, proiezioni e giochi, inaugurando così quella tradizione di eventi che oggi viene portata avanti da altre associazioni e dal comune stesso.