paesaggio nei dintorni di San Quirico d'Orcia

Ecco per te un tour per non perdere le bellezze di San Quirico d'Orcia, un borgo che ti stupirà ad ogni passo. 

 

Partiamo dal nucleo antico, dove si trova la bellissima Collegiata, romanica, con due portali, uno del 1080, l’altro duecentesco; all’interno, trittico di Sano di Pietro. Accanto alla medievale Porta Nuova, gli Horti Leonini, cinquecentesco giardino all’italiana.

 

A fianco della collegiata e di fronte all’antico Palazzo Pretorio, nelle cui adiacenze sono anche visibili due caratteristiche medievali “porte del morto”, si erge l’immensa mole del palazzo fatto costruire nella seconda metà del sec. XVII dal cardinale Flavio Chigi. Vi lavorarono numerosi artisti del tempo fra cui Domenico Paradisi e Paolo Albertini.
Proseguendo per la piazza principale, incontriamo la chiesa di San Francesco, comunemente chiamata Chiesa della Madonna. L’edificio, che ha subito nel corso dei secoli numerosi rimaneggiamenti, reca all’esterno qualche elemento di gusto gotico.

 

Da non perdere per la loro particolarità sono gli Horti Leonini, realizzati intorno al 1580 da Diomede Leoni. L’immenso giardino all’italiana, situato fra le mura castellane e la piazza principale del paese, si apre in una larga fuga prospettica che le aiuole di bosso, perfettamente geometriche, contribuiscono ad esaltare.
Seguendo il viale dei lecci, che costeggia il muro lungo via Diomede Leoni si giunge al Giardino delle Rose.

 

Altra tappa del nostro percorso è la Chiesa di Santa Maria Assunta, costruita su un terreno donato nel 1016 all’Abbazia di San Salvatore. E’ una magnifica chiesetta romanica ad una sola navata, in cui la luce filtra appena attraverso le fenditure delle monofore ben disegnate nel travertino.

 

Di fronte alla chiesa di S. Maria Assunta si trova l’Ospedale della Scala. Era succursale del S. Maria della Scala a Siena e fu costruito come rifugio per i pellegrini. Nella loggia rimangono tre snelle colonnette e un pozzo nella corte che reca la data del maggio 1543.
Ti consiglio di passeggiare per il centro storico in quanto la suggestività del borgo è data dalla tipicità dell’architettura medievale.